Manifesto "Il Made in Italy per la Sanità Digitale"

07/05/2015

Per la prima volta, le società di Information & Communication Technology pubbliche di Regioni e Province autonome e i maggiori player italiani privati di settore discutono e propongono un’azione congiunta per favorire l’avvento di un Servizio Sanitario Nazionale 3.0. Il 7 Maggio 2015 a Roma si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del Manifesto congiunto.

Valorizzare gli investimenti dell’ultimo decennio, inserendoli nel percorso tracciato dal Governo sull’Agenda Digitale, per offrire ai cittadini una Sanità on line “ad alta comunicazione”, nel segno del potenziamento dei servizi ai cittadini. 

Una nuova e forte collaborazione pubblico-privato per stimolare gli investimenti ICT e "sburocratizzare" la sanità, rimettendo al centro la relazione tra paziente-medico-cittadino-operatore.

Rilanciare le forme di partenariato pubblico-privato, riconoscendo la specificità del digitale nell’ambito degli appalti e dei servizi, superando le asimmetrie tra mercato e pubblica amministrazione in un momento cruciale per il rilancio dell’economia italiana.
Mettere a fattor comune competenze di settore, soluzioni, proposte e risorse, con responsabilità civica e attenzione alla creazione di nuove opportunità per l’occupazione giovanile.

Queste le principali linee di sviluppo che Assinter Italia insieme a Gruppo EngineeringDedalus s.p.a.Santer Reply s.p.a.Consorzio Health Innovation HubData Management s.p.a ed Exprivia s.p.a. hanno discusso e raccolto in un unico documento aperto a tutti gli operatori di settore che volessero attivamente partecipare alla proposta di collaborazione da condividere con il Governo e Ministeri competenti.

Il documento, sintetico, di contesto e programmatico, vuole andare a supporto degli obiettivi nazionali.
La mano è tesa, per cooperare con tutti quelli che credono al rilancio del Paese.