Assinter in audizione alla Camera presso la Commissione parlamentare sulla digitalizzazione delle PA, 19 dicembre, Roma

20/12/2017

Ieri mattina, una delegazione guidata dal Presidente di Assinter Simone Puksic e composta dal Direttore Luca Rigoni e dalla Responsabile Ufficio Affari Regolatori Silvia Barbieri, è stata convocata in audizione alla Camera dei Deputati presso la Commissione parlamentare d’inchiesta sul livello di digitalizzazione nelle pubbliche amministrazioni presieduta dall’On. Paolo Coppola.

Nel corso dell’audizione sono stati affrontati temi dirimenti e di stretta attualità quali il ruolo giocato dalle società ICT in house nell’evoluzione del piano strategico dell’informatizzazione della PA, lo stato di avanzamento del Fascicolo Sanitario Elettronico e lo sviluppo degli strumenti della sanità digitale.

Assinter, nel sottolineare il contributo prezioso svolto in questi mesi dalla Commissione parlamentare d’inchiesta e auspicando che i suoi lavori possano essere istituiti in modo permanente così da consentire azioni più veloci ed omogenee, ha evidenziato il lavoro svolto in questi anni dal comparto ICT in house providing, all’insegna di politiche di contrasto al digital divide e finalizzate alla realizzazione degli obiettivi dell’Agenda Digitale. Tali obiettivi, grazie ad un comparto rappresentativo di 18 società ICT in house, con oltre 6 mila dipendenti e con un fatturato superiore al miliardo di euro, sono stati perseguiti attraverso il raccordo e l’armonizzazione dei grandi progetti nazionali con quelli territoriali e grazie all’attivazione di virtuose forme di partenariato pubblico-privato. In tal senso, risulta essere centrale lo specifico livello di governance regionale, a maggior ragione se si tiene conto dei diversi ecosistemi o aree di intervento in cui si svolge l’azione delle Pubbliche amministrazioni, dalla sanità all’agricoltura, dalla scuola ai beni culturali. Da questo punto di vista, ad esempio, grazie alla capacità progettuale delle società ICT in house e sulla base di policy regionali di avanguardia, alcune società hanno anticipato di quasi un decennio le prescrizioni nazionali in materia di FSE, con numeri positivi lì dove risulta attiva e presente una società ICT in house. Assinter, a tal proposito, ha portato a conoscenza della Commissione alcuni progetti di integrazione dei sistemi eHealth particolarmente innovativi, contraddistinti dal principio mobile first, lanciati dalle sue associate nell’ottica di un sempre maggiore coinvolgimento dei cittadini nella conoscenza, semplificazione e fruibilità dei servizi offerti all’utenza.

“Le società ICT in house – ha dichiarato Puksic – garantiscono la piena attuazione alla programmazione degli interventi di settore a livello regionale ed assicurano il collegamento con l’analoga programmazione nazionale. In tale ottica, Assinter ha avanzato durante la sua audizione una serie di puntuali raccomandazioni in materia di procurement, riuso, valorizzazione delle competenze e vincoli assunzionali al fine di superare gli ostacoli e le criticità natura tecnico-normativa ancora presenti in materia”.

Qui il video integrale dell'audizione.