L'Innovation Lab di Assinter e LazioCrea a Santa Severa: Valorizzazione dei Beni Culturali attraverso il Digitale e le tecnologie immersive.

01/10/2018

Si è svolto il 27 settembre, nella splendida cornice del Castello di Santa Severa, l’Innovation Lab dell’Assinter Academy 2018 sul tema della "Valorizzazione dei beni culturali e digitale". La giornata è stata organizzata da Assinter Italia insieme a LazioCrea. L’associazione delle Società In House per l’innovazione del sistema Paese e la Società ICT della Regione Lazio hanno dato vita ad un appuntamento che ha posto al centro, attraverso la messa a fattor comune di esperienze di successo, il fondamentale ruolo del Digitale nella valorizzazione dei beni culturali con un focus sull’attualissimo tema delle tecnologie immersive.

Si è svolto il 27 settembre, nella splendida cornice del Castello di Santa Severa, l’Innovation Lab dell’Assinter Academy 2018 sul tema della "Valorizzazione dei beni culturali e digitale". La giornata è stata organizzata da Assinter Italia insieme a LazioCrea. L’associazione delle Società In House per l’innovazione del sistema Paese e la Società ICT della Regione Lazio hanno dato vita ad un appuntamento che ha posto al centro, attraverso la messa a fattor comune di esperienze di successo, il fondamentale ruolo del Digitale nella valorizzazione dei beni culturali con un focus sull’attualissimo tema delle tecnologie immersive.

La giornata di lavori si è aperta con i saluti ed il benvenuto del Presidente di Assinter Simone Puksic, che ha ringraziato LAZIOcrea e il suo CIO Maurizio Stumbo per aver promosso l’iniziativa portando attenzione ad un tema, quello del ruolo del digitale per i beni culturali ed il turismo, non ancora approfondito all’interno della rete Assinter ancorché di estrema importanza. Maurizio Stumbo ha quindi spiegato come l’intento fosse proprio quello di rendere il Castello di Santa Severa un crocevia fisico ed ideale per un percorso comune, che in pieno “spirito Assinter”, renda le singole esperienze delle società ICT in house, anche su questo tema, non più confinate all’interno delle proprie Regioni: occorre mettere a fattor comune le competenze per rompere gli schemi e realizzare la Digital Transformation.

Un inquadramento del ruolo della PA nell’innovazione e sullo scenario delle tecnologie immersive, i lavori sono poi entrati nel vivo con i contributi di due esperti di Gartner. Sul primo aspetto, Andrea Di Maio ha sottolineato come siano le società ICT In House gli unici soggetti capaci di rendere scalabili le innovazioni messe a disposizione dell'ecosistema. Per questo, la vera sfida di queste realtà è quella di riposizionarsi come agenti del cambiamento. Alessia Marra, invece, ha evidenziato i must-have di un progetto vincente per le PA nell’utilizzo delle Tecnologie immersive, sottolineando come anche in questo caso le competenze, e non solo la tecnologia, siano fondamentali.

Le best practice della rete Assinter, le esperienze concrete sono poi state al centro della seconda sessione di lavori, a partire dal caso di successo dell’Innovation Lab di LAZIOcrea sul Castello di Santa Severa, dove la bellezza del luogo ha sposato alla perfezione l’utilizzo delle tecnologie immersive. Raffaello Risso ha infatti illustrato quanto appreso da questo progetto di valorizzazione: non solo tecnologie ma innovazione di processi, team multidisciplinari, un workflow creativo, storytelling, feedback dagli utenti per il miglioramento continuo. Antonella Guidazzoli ha invece condiviso l'esperienza di Cineca, evidenziando come, imparando ad esplorare in modo grafico i dati, la simulazione scientifica diventa fruibile al grande pubblico grazie alle tecnologie immersive.

Dall’esperienza del Pubblico a quella del privato, dal Castello di Severa la platea è stata teletrasportata per una visita virtuale a Tokyo 2020, in cima all’Everest, e, addirittura,  nell’antica Aquileia o in trincea con i soldati della Grande Guerra. Si è poi parlato di un approccio umanistico all'utilizzo, nel sito delle Terme di Caracalla, delle tecnologie immersive come strumento di empowerment e di partecipazione, potenziando l’esperienza di visita dell’utente.

Dalle esperienze ai progetti comuni, da ecosistemi di cultura e digitale ad un unico ecosistema, la giornata si è poi conclusa delineando un nuovo percorso per Assinter sul tema della valorizzazione dei beni culturali e del turismo, secondo l’approccio tipico di Assinter: partire dalla valorizzazione delle specializzazioni e delle competenze territoriali portandole a fattor comune come stimolo per l’intera Rete. Un networking che, come sottolineato dal Direttore di Assinter Luca Rigoni, si sta dimostrando veicolo importante d’innovazione. L’idea dell’istituzione di un Polo d’Eccellenza tra i soci Assinter del centro sud su queste tematiche è stata quindi accolta durante la tavola rotonda conclusiva della giornata che ha coinvolto la società capofila del nuovo progetto LAZIOcrea, con Maurizio Stumbo, InnovaPuglia, con Maria Assunta Apollonio, e Cineca con Giacomo Scillia.

Una giornata di stimoli e nuove prospettive, dunque, conclusasi per tutti i partecipanti con un suggestivo giro del castello e con la sua esperienza immersiva targata LazioCrea.