Comunicazione

A Bologna con Assinter, UniBo, Cineca, Dipartimento Trasformazione Digitale, Regione: il futuro prossimo dell’FSE 2.0

Eventi

Eventi |
19 October 2022

AssinterAcademy era ieri a Bologna ospite di Alma Mater Studiorum-Università di Bologna per discutere di "FSE 2.0, Gestione e valorizzazione del dato di salute". Un tema strategico come ha sottolineato il Presidente di Assinter Diego Antonini che ha aperto i lavori.

La parola è poi passata ai protagonisti della nuova progettazione dell’FSE 2.0. Stefano Micocci e Andrea Zucchelli del Dipartimento per la Trasformazione Digitale. Con il nuovo FSE i cittadini dovranno avere uguale accesso alla cura e ai servizi online. È un grande traguardo! Stiamo creando community degli attori per raggiungere questo obiettivo e intercettare il bisogno del cittadino e degli operatori sanitari.

 

Ma si guarda anche a un futuro vicino: il digitaltwins del paziente è per Marco Viceconti, dell'IRCCS Istituto Ortopedico Rizzoli e professore UniBo ormai vicino. Diventerà un modello predittivo per ogni paziente, di supporto alla decisione clinica e per la salute delle comunità. Anche per Lorenzo Chiari professore UNIBO, il FSE deve diventare per i cittadini il punto esclusivo di accesso ai servizi sanitari e base per i dati dei nuovi modellipredittivi. In sostanza, come ha spiegato il Prof. Gastone Castellani siamo al Data Driven nella pratica clinica. Il passaggio sarà all’acquisizione delle informazioni della Genomica e alla una nuova Generazione di dati sintetici.

D’accordo anche Maurizio Stumbo, Direttore e Responsabile Direzione Sviluppo Nuove Iniziative e CEO Office di Sogei: costruiamo con il contributo di Assinter una nuova governance tecnologica per utilizzare modelli predittivi necessari alle policy. I dati sanitari hanno bisogno che tutte le energie siano messe insieme per definire un percorso comune.

 

Il Direttore Assinter Maria Cammarota ha chiarito come le ICT in house hanno lavorato sul FSE sin dalla nascita, mettendo concretamente in campo l’interoperabilità in Sanità. Assinter Italia e Assinter Academy costituiscono oggi il più importante raggruppamento tecnologico nazionale al servizio dell’innovazione digitale nella PA con 20 società in House presenti in quasi tutte le Regioni e dei Ministeri. Di fatto un grande ‘consorzio tecnologico’ che ha reso già operativo un accordo di collaborazione sui focus strategici della PA.

 

Il Responsabile scientifico di AssinterAcademy Mauro Moruzzi ha ricordato che l’Academy è da dieci anni il laboratorio del FSE e della sanità digitale italiana. Oggi la più importante community tecnologica dove sono presenti con rare eccezioni tutte le Regioni italiane e cinque grandi università in modo strutturato nonchè ben 12 grandi imprese tecnologiche di mercato in modo pre-competitivo. Questa comunità è essenziale per creare l’architettura comunicativa della nuova sanità post Covid a per far uscire il SSN dalla sua grave crisi.

 

Alla professoressa Giusella Finocchiaro di UNIBO il compito di dare risposte sui problemi di evoluzione della normativa, a volte bloccante, riferita all’utilizzo sociale dei dati di salute del FSE. Finocchiaro ha ricordato che la legislazione attuale non è stata pensata per gestire i grandi flussi, ma ai dati per i singoli cittadini. È necessario anche pensare ad un cambiamento normativo.

Lorenzo Gubian, Vice Presidente Assinter e DG ARIA, ha fatto il punto della situazione: la pandemia ha condotto a un’elevata richiesta di accesso ai servizi da parte dei cittadini. Ma sono emersi alcuni limiti del Fascicolo 1.0, come l’accesso dei medici e dei professionisti della salute, che vanno decisamente superati con l’FSE 2.0 e la progettualità PNRR. Passiamo da un mondo di documenti a uno di dati: stiamo gestendo un cambio di paradigma.  Assinter è su questa delicata frontiera.

Paola Salomoni, Assessore della Regione Emilia Romagna, è d’accordo che occorra tracciare nuove rotte verso il futuro e in questo le Regioni hanno un ruolo fondamentale. Una sfida raccolta dalla Regione Emilia Romagna.

Francesco Ubertini, Presidente CINECA, ha descritto il grande investimento tecnologico in atto nel TecnoPolo di Bologna, destinato a diventare uno dei maggiori poli digitali europei e mondiale. In quest'ottica, col Pnrr è prevista la nascita coordinata di 5 centri nazionali che rappresenteranno un contributo decisivo anche per la ricerca in campo sanitario. Cineca porta con la sua adesione a Assinter questo grande Know How nel circuito delle in House ICT.

Anche le aziende di mercato partner pre-competitive, hanno portato la loro voce, come di consueto, con l’intervento Roberto Castelli ed Elisa Tacconi di InterSystems, illustrando concrete esperienze di utilizzo dell’Intelligenza artificiale in sanità.

SULLO STESSO ARGOMENTO

COMUNICATI

25 January 2023

Assinter Italia e Sottosegretario Butti: stessa visione per il futuro delle in house ICT

APPROFONDISCI

EVENTI

Assinter promuove l’evento “Le in-house ICT pubbliche patrimonio tecnologico del Paese e protagoniste dell'innovazione della PA. Per un digital made in Italy”

EVENTI

13 December 2022

FSE 2.0 e Gestione e valorizzazione del dato di salute: focus Architetture

APPROFONDISCI