Eventi

FSE 2.0 e Gestione e valorizzazione del dato di salute: focus Architetture

Eventi

Eventi |
13 December 2022

Martedì 13 dicembre Assinter Academy era a Bologna per FSE 2.0 e Gestione e valorizzazione del dato di salute: focus Architetture, in collaborazione con l’ Università Alma Mater Studiorum di Bologna.
Presenti i maggiori protagonisti e studiosi della nuova fase eHealth del PNRR.
Per Maria Cammarota Direttore Assinter Italia, l’Associazione delle in House ICT italiane è pronta ad accogliere le nuove sfide tecnologiche della sanità dematerializzata e Data Driven. L’incontro è un’occasione per rafforzare il percorso Data Driven delle in house a supporto del servizio sanitario nazionale e di chi nel mercato si occupa di fornire le soluzioni avanzate per la gestione dei dati nella sanità digitale con il Fascicolo Sanitario Elettronico 2.0. 
Per Mauro Moruzzi Responsabile Scientifico Assinter Academy quella di oggi è una tappa significativa per l’Assinter Academy, che in stretta collaborazione con il DTD e con la Conferenza delle Regioni, parteciperà al Progetto Formazione Nazionale FSE 2.0: creare una rete di formatori con una cultura comune per formare l’intero comparto del servizio sanitario nazionale all’utilizzo intensivo del nuovo FSE. Siamo di fronte a un passaggio epocale nella storia della sanità italiana: sviluppare un servizio sanitario locale per l’intera comunità, grazie all’uso dei dati dematerializzati e delle tecnologie Data Driven. Una cultura Data Driven rivolta alla salute della persona e della comunità e, come testimoniato da PaoloTubertini dell’ IRCCS Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna, l’impatto che hanno sulla pianificazione degli interventi sul territorio. Con i dati clinici dell’ FSE 2.0 è possibile creare modelli predittivi  per supportare le decisioni e stabilire un nuovo rapporto tra domanda e offerta di servizi assistenziali, sanitari e sociali per tutti i pazienti.
Le lezioni dei professori Lorenzo Chiari, Sabato Mellone, Rossella Miglio, Matilde Ratti, dell’Università di Bologna hanno permesso di approfondire tematiche strategiche dei Data Driven -FSE 2.0, quali quelle normative - giuridiche sull’ uso secondario del dato sanitario personale e sul Regolamento generale sulla Protezione dei dati: scenario normativo complesso e in corso di evoluzione. Trustworthy Artificial Intelligence come strumento essenziale di supporto alla diagnosi, l’evoluzione dell’AI attraverso l’integrazione di approcci tempo fa molto lontani tra loro, al fine di superare le difficoltà di entrambi i metodi e il Regolamento Cloud e la classificazione dei servizi della PA, affrontato da Nicolò Rivetti dell’ Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale.
 
Molti gli spunti emersi nella tavola rotonda rivolta all’ EDS, architetture e alimentazione del dato: siamo di fronte ad un cambiamento paradigma. Giulio Siccardi di Agenas: la Piattaforma Nazionale di Telemedicina si avvarrà dei servizi del gateway e dei servizi dell’ecosistema sanitario regionale. Delineato il processo di costruzione dell’ecosistema sanitario illustrato da Gandolfo Miserendino del Dipartimento Trasformazione Digitale. In corso d’opera la consolidazione del modello regionale a quello nazionale. Avviata una prima fase di coinvolgimento delle regioni finalizzata a concretizzare l'attività di testing da parte del gateway, per passare alla fase di rilancio delle operazioni dell’EDS necessarie per l’evoluzione del FSE, che dovranno consolidarsi nel prossimo 2023. Il risultato dovrà rispondere realmente agli obiettivi eliminando fattori critici. Antonio Barone di ARIA: c’è una grande opportunità a nostra disposizione. Avere tanti dati non basta e non è automaticamente sinonimo di efficienza. Dobbiamo creare un meccanismo comune per un utilizzo corretto di questi dati. Per Manuela Polcaro di Oracle c’è la necessità di orchestrare non soltanto la trasformazione digitale ma anche una progettualità più profonda di cambiamento culturale in ogni regione. Manca una strategia più ampia per costruire in sanità tutto ciò che ruota intorno all’ecosistema EDS.  La standardizzazione delle informazioni per avere un linguaggio comune - lo ha ricordato anche Marco Mastroianni di Engineering - offre molte opportunità di pieno utilizzo del patrimonio di dati a nostra disposizione.
Assinter Academy e Università di Bologna - lo hanno ripetuto durante tutti i lavori Maria Cammarota e Mauro Moruzzi - continueranno un’intensa collaborazione anche nel 2023 sulle nuove frontiere tecnologiche del FSE 2.0 e dell’EDS.

SULLO STESSO ARGOMENTO

COMUNICATI

25 January 2023

Assinter Italia e Sottosegretario Butti: stessa visione per il futuro delle in house ICT

APPROFONDISCI

EVENTI

Assinter promuove l’evento “Le in-house ICT pubbliche patrimonio tecnologico del Paese e protagoniste dell'innovazione della PA. Per un digital made in Italy”

NEWS

06 December 2022

Lunedì 5 Dicembre: Assemblea dei Soci di Assinter Italia

APPROFONDISCI